Il giorno in cui Einstein diventò Einstein.

Sono trascorsi esattamente 100 anni dall'eclissi di sole che confermò la relatività generale di Einstein. Prima di quel giorno, Einstein era un fisico noto solo in ambito accademico; da quel giorno divenne un’icona pop universalmente riconosciuta come sinonimo di genio.



Gli astronomi sapevano bene che il 29 maggio del 1919 si sarebbe verificata un’eclissi totale di Sole osservabile in alcune regioni del mondo. Lo sapeva anche un team di astronomi inglesi che decise di sfruttare l'evento per effettuare misure a conferma di una nuova sorprendente teoria recentemente pubblicata da un fisico tedesco: la relatività generale di Albert #Einstein.


Arthur Stanley Eddington

Il luogo scelto per l'osservazione dell'eclissi di Sole era l'isola di Principe, nel golfo di Guinea in Africa, oggi facente parte del piccolo stato indipendente Sao Tomé e Principe ma all'epoca sotto il dominio portoghese. A capo della spedizione vi era l'astronomo e fisico Arthur #Eddington, nome di primissimo piano in ambito scientifico, il quale era venuto a conoscenza della teoria di #Einstein e ne era divenuto un forte sostenitore per le sue conseguenze in campo astronomico. Un altro gruppo di ricerca, guidato da Andrew Crommelin, era stato inviato nella città di Sobral nel nord del Brasile; due località diverse, agli estremi opposti dell'oceano Atlantico sulla linea dell'equatore, per far fronte all'imprevedibilità del meteo che avrebbe potuto vanificare tutto.

L'organizzazione del viaggio non fu facile ma la mattina del 29 maggio del 1919 #Eddington era sul posto sull'isola di Principe, con la macchina fotografica puntata verso il Sole, pronto a raccogliere gli scatti che gli servivano. Il meteo non era dei migliori ma nonostante tutto l'astronomo riuscì, nei 5 minuti della durata del fenomeno celeste, a raccogliere 16 fotografie del disco solare, annerito per via del passaggio della Luna, e di alcune stelle che si trovavano nelle sue immediate vicinanze, visibili grazie alla momentanea oscurità venutasi a creare in pieno giorno.


Ma qual era l'obiettivo della spedizione guidata da #Eddington? Osservare qualche piccolo spostamento nella posizione delle stelle. L'idea era quella di confrontare la posizione reciproca che le stelle occupano in una normale notte stellata con quelle occupate durante l'eclissi e valutare se ci fosse un qualche cambiamento. Lo spostamento della posizione delle stelle era stato previsto da #Einstein come conseguenza della sua teoria della relatività generale.