La prima foto di un buco nero.

Aggiornamento: 19 mag 2019

E’ stata resa pubblica oggi, 10 aprile 2019, la prima foto scattata ad un buco nero ed è stata già definita la “foto del secolo”.



Eccola. Enigmatica e un po’ sfocata, la foto del secolo. Forse, come spesso accade, si tratta di una definizione giornalistica per attirare l’attenzione del lettore ma per la sua importanza scientifica può ben meritare questo titolo.

Quello che trovate al centro dell’anello rosso è un buco nero #buconero di proporzioni enormi, talmente grande da essere praticamente impossibile da immaginare; pensate che la sua massa è 6,5 miliardi di volte la massa del Sole. Se vi ricordate, dai vostri studi a scuola del Sistema Solare, quanto il Sole sia decisamente più massivo della Terra, potete provare ad immaginare di quale mostro mastodontico stiamo parlando. Un titano che si trova nel centro della galassia M87 #M87, uno degli oggetti celesti del catalogo Messier #Messier, che si trova ad una distanza di ben 55 milioni di anni luce da noi nell’ammasso della Vergine. Ciò significa che la luce, alla sua impressionante velocità, impiega 55 milioni di anni a coprire la distanza tra il bestiale buco nero e il nostro minuscolo pianeta.


"Il mostro cosmico si trova a 55 milioni di anni luce da noi"

La foto è stata presentata al grande pubblico oggi ma è stata scattata circa due anni fa grazie ad una felice collaborazione internazionale che prende il nome di Eht #Eht, acronimo che sta per Event Horizon Telescope, e che ha visto coinvolti ben 8 radiotelescopi dislocati in diverse località del mondo. Tutti i radiotelescopi hanno raccolto dati puntando sullo stesso oggetto, raccogliendo così una mole immensa di dati, successivamente elaborati grazie ai superconmputer disponibili in centri di ricerca internazionali. E quello che potete vedere qui è il risultato sorprendente. Sorprendente per due motivi: il primo perché non era mai accaduto prima di poter vedere un buco nero, l’oggetto più sfuggevole ed enigmatico del cosmo ad oggi conosciuto, nel modo in cui ci è stato proposto oggi; sorprendente per la mole di lavoro, di studio e sacrificio che questa foto ha richiesto.


Ma cosa ci mostra esattamente questa immagine? È bene chiarire che un buco nero non può essere fotografato, per definizione stessa di buco nero. Lo so che sembra un controsenso ma provate a seguirmi. Un corpo celeste diventa un buco nero quando la sua gravità diventa così potente da attirare verso di sè tutta la materia che si trova nelle sue vicinanze e non solo. Un buco nero è in grado anche di attirare su di sè la luce, impedendole di fuggire via. Poiché la luce, quando entra in un buco nero, ha staccato un biglietto di sola andata e non esce più, non c’è nessun raggio di luce